Home Attualità Hossein Arbabi, in campo per Novoli
Hossein Arbabi, in campo per Novoli
0

Hossein Arbabi, in campo per Novoli

0

Si chiama Hossein Arbabi, cittadino italiano di origini iraniane, da oltre 35 anni residente in Italia ha scelto di scendere in campo sposando il progetto sociale per Novoli con Giovanni De Luca Sindaco.

DI seguito l’intervista integrale:

“Mi chiamo Hossein Arbabi e vivo in Italia da 35 anni. Arrivato con l’obiettivo di prendere una laurea in “Farmacia”, il mio percorso professionale si è poi sviluppato come importatore di tappeti persiani e come interprete per le Forze dell’ Ordine, grazie alla conoscenza di quattro lingue. Mi interesso anche di food designer ed ho partecipato a gare mondiali in Italia e negli Usa.

Anni fa e precisamente nel 2016 in occasione della Focara , ho avuto il piacere, unitamente al Presidente del Consiglio Comunale di Novoli, Giovanni De Luca, di invitare ed incontrare il Presidente del Dipartimento Cultura Iraniana presso l’Ambasciata, riscontrando un importante successo a livello internazionale.

La religione zoroastriana, come ben sapete, adora il fuoco. Agisco secondo il principio: parla bene, fai bene e pensa bene e con gli Organizzatori della Focara di Novoli ho fatto dei progetti pubblicati sul sito ufficiale dell’ Ambasciata e del Ministero dei Beni Culturali e del Turismo.

Su invito di Giovanni De Luca mi sono candidato nella sua lista civica per il bene di Novoli ed ho deciso, come semplice cittadino, di impegnarmi al fianco di Giovanni che ama il proprio paese. Abbiamo tante Idee e progetti per questa terra. E’ nostra intenzione, tra l’altro, organizzare nelle prossime edizioni della Focara concerti, incontri di migranti ed un evento food di varie nazioni e culture, accompagnato da musica e danza popolare.

Da imprenditore e commerciante che soffre la crisi, comprendo le problematiche dei miei concittadini. Vorrei organizzare delle fiere ed eventi a tema e far ripopolare il paese e la piazza principale di Novoli con eventi e concerti, nonché svolgere attività culturali e sociali. Amo la natura e lo sport e mi piace, ad esempio, il progetto della pista ciclabile; si potrebbero organizzare delle passeggiate con la bici, escursioni di trekking negli oliveti e nella ridente campagna intorno al paese, rivalutare masserie, menhir, etc..”.

Lascia un commento

ULTIMI ARTICOLI



Il Consiglio canadese delle donne musulmane rigetta completamente l’adozione di Bill 21

Il premier François Legault ha forzato, senza rispettare l’iter legislativo, il passaggio di Bill 21, la nuova legge che vieta ai pubblici dipendenti di indossare o esibire simboli religiosi durante l’espletamento delle proprie funzioni. A detta di tutti, questa norma si rivolge, principalmente, alle donne musulmane, in particolare quelle che indossano l’hijab o il niqab. […]

Aperte le iscrizioni alla scuola araba Al Qalam

Il termine ultimo per le iscrizioni alla scuola araba Al Qalam è il 10 luglio. Tutti i dettagli nel volantino.

Bambini siriani nati in Turchia dal 2011, raggiunto il nuovo tetto di 415.000 nascite

Più di 400.000 bambini siriani sono nati in Turchia dall’inizio della guerra civile in Siria nel 2011, secondo le stime del Ministero dell’Interno turco. “La popolazione siriana in Turchia è giovane, poiché (solo) circa 100.000 siriani tra i 3,6 milioni residenti in Turchia hanno più di 60 anni”, ha detto Abdullah Ayaz, a capo del […]

CAIR-Washington richiede risposta da parte di Starbucks, dopo presunto attacco a donna musulmana in Texas

Un gruppo per i diritti civili esorta i testimoni a farsi avanti dopo che una donna musulmana ha dichiarato di essere stata aggredita in uno Starbucks a Dallas, in Texas, per aver indossato un Hijab. Nur Ashour, questo è il nome della vittima, ha dichiarato di essere stata attaccata fisicamente e verbalmente al bar durante […]

Comunità Palestinese di Roma e del Lazio, sit-in davanti all’Ambasciata Usa

E’ previsto per il 25 giugno, dalle ore 18:00 alle 19:00, un sit-in davanti all’Ambasciata Usa a Roma, organizzato dalla Comunità Palestinese di Roma e del Lazio, per denunciare la convocazione della Conferenza nel Bahrein. Aderisce al sit-in l’ AssoPacePalestina.

Corte Costituzionale, Decreto Sicurezza: inammissibili i ricorsi presentati dalle regioni sugli stranieri

La Corte Costituzionale si è pronunciata sui ricorsi contro il Decreto Sicurezza che erano stati nei mesi scorsi presentati dalle regioni Calabria, Emilia Romagna, Marche, Toscana e Umbria lamentando la violazione diretta o indiretta delle loro competenze. La Consulta ha dichiarato inammissibili i ricorsi. La Corte ha ritenuto – si legge nel comunicato diffuso in attesa […]

Centro Culturale Turco: ” La Turchia ospita circa 4 milioni di persone che si rifugiano nel suo territorio”

In occasione della giornata mondiale del rifugiato il Roma Yunus Emre Enstitüsü – Centro Culturale Turco, ha riportato sulla sua pagina ufficiale un comunicato dove sottolineava che la Turchia ospita sul suo suolo nazionale circa 4 milioni di rifugiati. Il comunicato integrale: “Il nostro paese, che fino ad oggi ha aperto i proprio confini alle persone bisognose, […]