Home Attualità Dublino, giovane musulmano accoltellato a morte
Dublino, giovane musulmano accoltellato a morte

Dublino, giovane musulmano accoltellato a morte

0
Azzam Raguragui

Azzam Raguragui, questo è il nome del diciottenne di origine marocchine, accoltellato al petto a Finsbury Park, a Dublino, attorno alle ore 20:10 di venerdì scorso e spirato poco dopo al St. James Hospital, dove i soccorritori lo avevano portato d’urgenza per le cure del caso. Il ragazzo si trovava nel parco insieme a due amici con i quali si dirigeva verso la Moschea di Clonskeagh per la preghiera santa del Venerdì, in pieno Ramadan, quando si è imbattuto in un altro gruppo di adolescenti. Da questo incontro, del tutto casuale e non premeditato, come poi chiarito dal portavoce della Polizia locale, è nato un alterco tra i due gruppi sfociato poi nel terribile accoltellamento di Azzam.

Gli investigatori sono convinti che non si tratti di omicidio a sfondo razziale e, pertanto, hanno concentrato l’attenzione su una linea di indagine definita“. Nella comunità, il ragazzo era conosciuto come persona molto buona e socievole, che nutriva il sogno di diventare medico, sogno infranto in pochissimi minuti da un coetaneo che, probabilmente, non aveva alcun sogno o progetto da realizzare, distruggendo – e questa è la triste realtà – la vita di una persona e macchiando per sempre la propria.

Lascia un commento

ULTIMI ARTICOLI



Tg2: in Svezia 60 quartieri dove vige la Shari’a, Ambasciata di Svezia “affermazioni errate”

Comunicazione dell’Ambasciata di Svezia su un servizio del TG2 A seguito del servizio del TG2 andato in onda il 19 maggio 2019, l’Ambasciata di Svezia comunica di aver informato la direzione del TG2 – tramite una nota scritta inviata il 22 maggio – che nel servizio girato in Svezia ci sono diverse affermazioni errate. Per […]

Lafram (Ucoii): “Ognuno di noi, come fedele, è tenuto ad essere un elemento attivo e propositivo di questa società”

Ormai domani si vota, molti invitano a votare per essere parte integrante di questo paese, in ordine di tempo giunge il messaggio di Yassine Lafram, Presindete dell’Ucoii. Riportiamo integralmente il suo messaggio: “Insha’Allah – se Dio vuole – andrò a votare questa domenica, e tu? Questa domenica si vota per le elezioni europee. Dalle ore 7 […]

Assay, progetto realizzato insieme ai lavoratori migranti vittime di sfruttamento

Per 10 mesi, nove ragazzi migranti provenienti da Ghana, Togo, Burkina Faso e Senegal sono stati inseriti in cinque aziende agricole biologiche di Cerignola, in Puglia, nell’ambito del progetto “In campo! Senza caporale“, avviato nel 2008 dalla Onlus Terra! con l’obiettivo di  costruire una filiera di produzione giusta, pulita e trasparente. Yusuf, Guebre, Mounir, Abdoulaye, Ibrahim, Paap, Hussein, Matthew […]

Residenza, l’ordinanza del Tribunale di Genova ne hanno diritto anche i richiedenti asilo

Il Tribunale ordinario di Genova, con un’ordinanza cautelare del 22 maggio scorso, ha accolto il ricorso presentato da un richiedente asilo, alla quale era stata respinta la domanda di iscrizione anagrafica presso il Comune di Genova, in forza del Decreto Legge 113/18 (decreto Salvini) convertito in legge 132/18. Il giudice ha riconosciuto la fondatezza della […]

Associazione Nazionale Musulmani Italiani: “Scegliere il giusto voto”

Anche l’Associazione Nazionale Musulmani Italiani dice la sua per il periodo elettorale, di seguito il comunicato: “Siamo sotto elezioni e, da italiani, abbiamo il dovere di votare per scegliere chi ci governerà sia in Italia e sia in Europa. Siamo sotto elezioni e, da musulmani, abbiamo il compito di votare per cercare di sostenere un […]

Hossein Arbabi, in campo per Novoli

Si chiama Hossein Arbabi, cittadino italiano di origini iraniane, da oltre 35 anni residente in Italia ha scelto di scendere in campo sposando il progetto sociale per Novoli con Giovanni De Luca Sindaco. DI seguito l’intervista integrale: “Mi chiamo Hossein Arbabi e vivo in Italia da 35 anni. Arrivato con l’obiettivo di prendere una laurea in […]

Dopo l’arabo, arrivano gli inviti a votare tradotti in Urdu

Per rendere più facilmente memorizzabili i nomi ed i messaggi elettorali di alcuni candidati, qualche schieramento politico ha tradotto il proprio “santino elettorale” in arabo. Si tratta di una pratica molto diffusa sopratutto nelle città in cui le comunità di origine straniera sono molto numerose. Ma la particolarità sta nel fatto che dopo le traduzioni […]