Home Attualità “Trame Mediterranee”: ad Avellino quattro incontri per conoscere la nostra identità
“Trame Mediterranee”: ad Avellino quattro incontri per conoscere la nostra identità

“Trame Mediterranee”: ad Avellino quattro incontri per conoscere la nostra identità

0

Dal 14 febbraio al 9 maggio il Godot Art Bistrot di Avellino, in collaborazione con il Centro di Studi sul Mondo Islamico (Università “L’Orientale” di Napoli) e Libreria Tamu (Napoli), ospiterà la rassegna “Trame Mediterranee”, ideata e curata da Rosanna Sirignano, membro della Federazione Islamica Campania e dottoranda in Studi Islamici e Studi Transculturali. Quattro incontri, quattro libri, quattro paesi a maggioranza musulmana per approfondire le proprie radici mediterranee, per riflettere sulla nostra identità da diverse prospettive, per ampliare lo sguardo sul mondo. Gli autori, Eva De Prosperis, Sara Borrillo, Cecilia Dalla Negra e Gianmarco Pisa, pur lavorando in ambiti diversi, sono tutti ricercatori attenti e viaggiatori instancabili. Con i loro racconti, la lunga esperienza, maturata dopo anni di studio, ci condurranno in un viaggio attraverso quattro paesi del Mediterraneo ricchi di bellezza, di cultura, ma anche di intricate storie di sofferenza e ingiustizia. Si comincia con un focus sulla costruzione dell’identità femminile attraverso esempi dall’Albania e il Marocco. Si continua con il patrimonio storico e culturale di Kosovo e Palestina, e il ruolo della memoria come mezzo di conforto, sopravvivenza e resistenza.

Di seguito il programma:

  1. Giovedì 14 febbraio ore 20:00/Albania- Visione del documentario e presentazione del libro Io sono una burnesha. Le vergini giurate in Albania di Eva De Prosperis, Villaggio Maori Edizioni, 2017. Le burnesha sono donne che rinunciano alla propria femminilità e scelgono l’identità sociale di uomo per conquistare diritti, ma anche responsabilità, altrimenti loro preclusi dalla società arcaica in cui vivono. Attraverso le loro parole, la giornalista e fotografa Eva De Prosperis, ci racconta di quella parte d’Albania ancora ai margini della modernità, di un Paese che sogna l’Europa e nel quale presto, per loro, non ci sarà più posto;
  2. Giovedì 7 marzo ore 20:00/Marocco- Presentazione del libro Femminismi e Islam in Marocco:attiviste laiche, teologhe, predicatrici di Sara Borrillo, Edizioni Scientifiche Italiane, 2017. Grazie a una serie di approfonditi focus etnografici, Sara Borrillo, ricercatrice presso l’Università “L’Orientale” di Napoli, lascia emergere le voci dirette delle protagoniste del dibattito sui diritti delle donne in Marocco: dalle attiviste laiche del femminismo storico alle sempre più importanti intellettuali del femminismo islamico, fino alle teologhe e alle predicatrici dell’Islam di stato. Con lei, dialogherà Nicola Di Mauro, dottorando in Storia dell’Islam Contemporaneo;
  3. Sabato 20 aprile ore 20:00/Palestina- Presentazione del libro Si chiamava Palestina. Storia di un popolo dalla Nakba a oggi di Cecilia Dalla Negra, Edizioni Aut Aut, 2018. La giornalista Cecilia Dalla Negra, attualmente caporedattore di “Osservatorio Iraq”, ripercorre le principali tappe del processo di colonizzazione israeliano, iniziato nel 1948, anno della Nakba, fino a giungere agli eventi attuali segnati dalla “Grande Marcia del Ritorno”, luogo simbolico in cui la storia della Nakba e la sua attualità si incontrano. Integrando alcune testimonianze dirette, il libro segue il cammino di un popolo che ancora oggi resiste alle strategie di esproprio e repressione di Israele. Sarà presente Maria Rosaria Greco curatrice e ideatrice di “Femminile Palestinese”;
  4. Giovedì 9 maggio ore 20:00/Kosovo- Presentazione del libro Paesaggi Kosovari, 1998-2018. Il patrimonio culturale come risorsa di progresso e opportunità per la pace di Giammarco Pisa, Associazione Multimage, 2018. Gianmarco Pisa, operatore di pace, impegnato in iniziative e ricerca-azione per la trasformazione dei conflitti, ci racconta del risultato dello svolgimento del percorso progettuale PRO.ME.T.E.O., in merito alla possibilità, nei Balcani e, in particolare per il Kosovo, di innescare inediti potenziali di sviluppo economico e sociale, a partire dall’indiscutibile patrimonio storico e culturale che ospita.

Lascia un commento

ULTIMI ARTICOLI



Moda Islamica Italiana, a settembre la prima “Boutique” Halal di alto livello creata da un’italiana musulmana

Non sarà un semplice negozio di abbigliamento islamico, ma una vera e propria Boutique Halal di altissimo livello, che non ha pari in Italia, infatti gli standard qualitativi, non verranno applicati solo ai servizi e prodotti offerti, ma anche all’arredamento interno. I locali saranno arredati in stile Shabby Chic, offrendo al visitatore un’esperienza sensoriale, tramite […]

India: scappa con l’amante, viene risarcito con 71 pecore

A riportare la notizia è il quotidiano Times of India, è una storia che potrebbe far sorridere, ma da scherzare non c’è proprio niente. Tutto è ambientato in India,precisamente a Gorakhpur, nello stato dell’Uttar Pradesh. Secondo la testata, tutto è iniziato lo scorso giugno, quando Seema Pal, 25 anni, lascia la casa del marito per andare a vivere con Umesh […]

Onu: Libia 90 morti e 200 feriti nella Città di Murzuq

L’Ufficio delle Nazioni Unite per gli Affari umanitari (Ocha) in Libia, scrivere su Twitter: “Dall’inizio dell’escalation delle violenze a Murzuq in Libia, almeno 90 civili sono stati uccisi e circa 6500 sono le persone sfollate in città e nelle aree vicine. Molte le case e le infrastrutture distrutte”  

Latiano, la fontana dell’amicizia Italo-marocchina

Inaugurata il 30 giugno, e donata da Vincenzo Abbinante, console onorario del Regno del Marocco in Puglia, la fontana è giunta dopo un progetto di interscambio culturale, tra la locale comunità marocchina, e il Comune di Latiano. Come riporta la nota del Sindaco di Latiano, Cosimo Maiorano:“Ha voluto donare al comune di Latiano una fontana realizzata totalmente presso […]

Regno Unito, la “sterlina verde” della spesa musulmana potrebbe salvare l’economia britannica dopo la Brexit

Tutti hanno sentito le cupe proiezioni sugli affari britannici dopo la Brexit: mentre il Regno Unito si prepara a uscire dall’accogliente accordo commerciale dell’Unione europea senza alcun beneficio, l’economia si sta preparando per un colpo economico. Secondo Hassan Mawji, comproprietario di Verona Collection, una casa di “modest fashion” globale che lavora con ASOS ed i […]

Valori permanenti fondamentali

Cari lettori, discuteremo, oggi, alcuni dei valori permanenti più fondamentali in questo articolo. L’uscita sarà periodica. Esamineremo ora i primi sei valori permanenti, secondo il Corano. 1-Rispetto per l’umanità in generale. Il fatto stesso che ogni bambino alla sua nascita sia ugualmente dotato di autonomia e personalità, dà diritto a ogni individuo come entità umana […]

Malesia, Istituito un comitato per promuovere l’Halal prima di Tokyo 2020

L’ambizione della Malesia di fare di Tokyo 2020 i primi “Giochi olimpici Halal” ha ricevuto una spinta attraverso un programma sostenuto da agenzie governative per aiutare le piccole e medie imprese e le microimprese a promuovere i loro prodotti in Giappone. L’iniziativa Digital Trade Halal Value Chain, che ha visto il suo debutto a Kuala […]

Il marchio cosmetico Halal SimplySiti collabora con Shopee, CIMB Islamic per la prossima fase di crescita

La cantante pluripremiata Datuk Seri Siti Nurhaliza è fonte d’ispirazione per molti, non solo per le sue canzoni e le sue esibizioni, ma anche per il suo successo negli affari. Nove anni fa ha fondato la sua linea di prodotti per la cura della pelle, i cosmetici e le fragranze SimplySiti per fornire alle donne […]