Home blog Svolgere un’attività in Italia: le varie forme giuridiche
Svolgere un’attività in Italia: le varie forme giuridiche

Svolgere un’attività in Italia: le varie forme giuridiche

0
Business team social networking with bubble

Vuoi avviare un’attività in Italia, ma sei indeciso su quale forma giuridica adottare? Spero che questa piccola guida ti aiuti a sciogliere i dubbi ed a scegliere la soluzione ottimale, ovvero quella che soddisfi i tuoi bisogni, anche in base alla tipologia dei tuoi prodotti o servizi, alla responsabilità personale ed alla tassazione applicabile.

Se si desidera avviare un’impresa senza essere personalmente responsabile dei rischi relativi all’investimento e agli affari, è possibile scegliere tra una Società a Responsabilità Limitata, anche nota come S.R.L. o una Società per Azioni, o S.p.A. La scelta dipende dal capitale che sei disposto ad investire, dallo status fiscale e dalla forma organizzativa che stai cercando.

Mentre una S.R.L. è l’opzione migliore per i soci che desiderano mantenerne il controllo diretto e che non sono interessati a quotare la società nei pubblici mercati, una S.P.A. funziona sicuramente meglio per gli investimenti più grandi e per un numero maggiore di investitori, in cui la gestione può anche essere affidata ad un professionista esterno. Il vantaggio di entrambe queste forme è che se la società fallisce, i soci/azionisti perderanno solo i capitali investiti nelle quote sociali, ovvero nelle azioni sottoscritte, anche in caso di mancato pagamento dei debiti sociali. Una società può anche essere costituita da una sola persona, come società per azioni o società a responsabilità limitata.

Un’altra forma interessante della S.R.L., recentemente introdotta in Italia, è la S.R.L. Semplificata. Si tratta, in buona sostanza, di una società a responsabilità limitata costituita con capitale limitato (da un euro a meno di 10.000 euro), con meno burocrazia e con costi di costituzione limitati (non sono, ad esempio, previste spese notarili). In alternativa, se non sei interessato a beneficiare di siffatta “limitazione di responsabilità”, puoi scegliere un modello di business molto più semplice e snello (per molti aspetti più economico), come la ditta individuale, ovvero la società di persone.

Nel primo caso, avremo un solo investitore, unico proprietario dell’attività, con responsabilità illimitata, il che significa che, in caso di fallimento, i creditori potranno rivalersi anche sul patrimonio personale, extra-aziendale, dell’imprenditore. Nel caso, invece, di costituzione di società di persone, le strutture aziendali più comuni sono la Società in Nome Collettivo, in breve SNC e la Società in Accomandita Semplice, in breve SAS.

In entrambi i casi, i soci hanno un controllo di gestione diretto. Condividono il diritto di utilizzare la proprietà, condividere profitti e avere responsabilità solidale. La principale differenza tra questi due tipi di società è che nella S.A.S. almeno uno dei partner non svolge un ruolo di gestione (è solo un investitore finanziario) e, in cambio, gode di una responsabilità limitata per i debiti e gli obblighi (limitati al suo investimento iniziale).

Nella prossimo articolo ci occuperemo degli adempimenti burocratici per l’avvio di un’attivà.

Lascia un commento

ULTIMI ARTICOLI



Lombardia, dalla Lega stop alle aree nei cimiteri per i musulmani

Sì alla sepoltura di animali da compagnia nella stessa tomba del padrone, ma limitazione alla concessione di aree cimiteriali riservate agli islamici. È quanto prevede la nuova legge funeraria regionale della Lombardia discussa dal Consiglio che ha approvato un emendamento proposto dal consigliere leghista Andrea Monti ed accolto dalla maggioranza composta da Lega, Forza Italia e […]

Il Qatar pronto a investimenti miliardari in Germania, ma con occhio attento a possibili affari ovunque

Secondo il Gulf Times (giornale di lingua inglese di stanza nell’emirato), il Qatar per bocca del Ministro degli Affari Esteri, Mohamed bin Abdulrahman Al Thani, ha dichiarato che l’emirato è pronto a fare investimenti nei prossimi cinque anni per dieci miliardi di euro in Germania,  facendo così diventare la nazione tedesca, il principale partner europeo […]

Roma, le scuole contro il Decreto Salvini

Domenica scorsa, a Roma, nella zona di Piazza Vittorio, i genitori della Scuola Elementare “Di Donato“, situata nel centro della capitale, dove da anni bambini di tutte le etnie convivono senza alcuna discriminazione, hanno organizzato una manifestazione cercando di invitare altri enti e scuole romane. All’appello hanno risposto altri istituti scolastici del Pigneto, un liceo […]

Giappone: i negozi offrono il kimono ai turisti musulmani con hijab “wagara” abbinato

In Giappone sono i benvenuti. Hanno tutte le scelte halal a propria disposizione e ricevono ogni attenzione da parte dell’industria turistica giapponese, da qualunque parte essi provengano: parliamo dei turisti musulmani. La terra del Sol Levante, con le Olimpiadi del 2020, sta cercando di cambiare volto a tutto ciò che rappresenta il suo mondo per […]

Farnesina: incontro tra Del Re e le ONG Italiane in Yemen e Siria

Emanuela Del Re, Viceministro degli Affari Esteri, ha presieduto un tavolo tecnico con le ONG italiane impegnate in Siria e Yemen. Dalla riunione si sono ottenute informazioni aggiornate, utili per capire meglio le criticità e raccogliere proposte finalizzate ad assicurare un efficace coordinamento tra il Maeci e le stesse organizzazioni non governative del nostro Paese.

Posizione aperta per l’ICE di Dubai

Come riporta la pagina facebook dell’Ambasciata d’Italia ad Abu Dhabi, è aperta la posizione di coordinatore Desk per l’ICE di Dubai, per l’Expo 2020. Gli interessati potranno presentare la propria candidatura entro domani,  21 febbraio. Basta cliccare per accedere alla pagina della candidatura.

Vittorio Veneto: parte il corso di formazione “Giovani e responsabilità”

Partirà il prossimo 23 febbraio un corso di formazione intitolato “Giovani e responsabilità” che è stato organizzato dall’Associazione Misericordia. Le lezioni si svolgeranno in Via Menaré, 308 a Vittorio Veneto, località in provincia di Treviso.