Home Attualità La creatività di Khat Design Italy
La creatività di Khat Design Italy
0

La creatività di Khat Design Italy

0
Alla scoperta di Khat Design Italy, progetto imprenditoriale di una sorella intraprendente, che da anni si occupa del settore halal della grafica. Si chiama Mariem ed è una delle prime musulmane italiane ad aver intrapreso un’attività halal friendly in maniera professionale. Tra le sue creazioni si possono trovare gadget personalizzati, illustrazioni dai colori brillanti e grafica coordinata. Eccop come ci parla dellòa sua iniziativa:
“Khat Design Italy é un progetto diverso. Quando aprite la pagina facebook.com/kdesignitaly oppure Instagram (@khat_design_italy) si può pensare che si tratti di un’agenzia grafica e di comunicazione, composta da più persone. In realtà, di grafica ce n’è solo una, sono io Mariem: sono pugliese, tornata all’islam nel 2010, sposata e mamma di tre bambini al hamdulillah. Sono specializzata nel campo avendone studiato le basi fino 16 anni fa, e dopo aver lavorato in agenzie/tipografie/casa editrici locali mi sono aperta piano piano una strada da libera professionista, appassionata e creativa. 
Ho la passione per i gadgets personalizzati e per le illustrazioni (che sono vettoriali, digitali). Dopo la mia conversione ho sentito l’esigenza di adattare il mio lavoro al mondo cui mi affacciavo, verso l’islam e verso la lingua araba. I lavori che faccio sono prevalentemente per musulmani, semplicemente perché è il raggio di conoscenze e di interessi comuni a cui mi rivolgo, ma mi occupo anche delle richieste di persone di qualsiasi fede e non tramite un rapporto di rispetto e profonda fiducia professionale e umana.
La mia passione primaria sono i gadgets personalizzati, ovvero fare dei design su richiesta da stampare: tazze, t-shirt, poster, borse sacco, borse shopping, spille, astucci scuola, bicchieri, body e bavette bimbi, asciugamani, lampade, puzzle, grembiuli cucina per adulti e bambini, quaderni, notebook, cartelle, penne, orologi da polso e da muro, plaid e coperte, e molto altro ancora. Tutto puo’ essere stampato a partire da un solo pezzo, quindi perfetto per chi vuole fare dei regali speciali. Mentre per associazioni o attività che vogliano più pezzi ci sono degli sconti sulle quantità.
Come grafica ed illustratrice collaboro con altre sorelle e fratelli. Ho avuto l’onore di progettare il Diario di Ramadan insieme alla sorella Angelica Noor (per la sua attività di cosmesi orientale, bio e halal) ed il libro “L’islam spiegato ai piccoli” per Al-iman Edizioni kids (facebook.com/imanedizioni) in cui ho realizzato tutta la grafica, illustrazioni ed impaginazione. Il progetto è fondato dalla sorella Aisha Lara che ne ha scritto i testi; ci tengo a dire che il linguaggio è molto semplice e chiaro, non vogliamo sostituirci ai testi di teologia ed infatti non lo sono. Noi realizziamo libri che sono per l’apprendimento facile e basico – sfruttando dei colori e composizioni grafiche che stimola l’attenzione e memorizzazione-, proprio come un genitore (ma anche educatore in generale) vorrebbe fare ai propri bambini. I libri di teologia, di traduzioni specifiche li lasciamo a chi ne ha i meriti ed i requisiti linguistici e di studio islamico approfondito, Assalamu Aleikoum “.
Per qualsiasi richiesta e/o informazione si può scrivere in privato sulla pagina o per Email: khatdesignitaly@gmail.com

Lascia un commento

ULTIMI ARTICOLI



Il Consiglio canadese delle donne musulmane rigetta completamente l’adozione di Bill 21

Il premier François Legault ha forzato, senza rispettare l’iter legislativo, il passaggio di Bill 21, la nuova legge che vieta ai pubblici dipendenti di indossare o esibire simboli religiosi durante l’espletamento delle proprie funzioni. A detta di tutti, questa norma si rivolge, principalmente, alle donne musulmane, in particolare quelle che indossano l’hijab o il niqab. […]

Aperte le iscrizioni alla scuola araba Al Qalam

Il termine ultimo per le iscrizioni alla scuola araba Al Qalam è il 10 luglio. Tutti i dettagli nel volantino.

Bambini siriani nati in Turchia dal 2011, raggiunto il nuovo tetto di 415.000 nascite

Più di 400.000 bambini siriani sono nati in Turchia dall’inizio della guerra civile in Siria nel 2011, secondo le stime del Ministero dell’Interno turco. “La popolazione siriana in Turchia è giovane, poiché (solo) circa 100.000 siriani tra i 3,6 milioni residenti in Turchia hanno più di 60 anni”, ha detto Abdullah Ayaz, a capo del […]

CAIR-Washington richiede risposta da parte di Starbucks, dopo presunto attacco a donna musulmana in Texas

Un gruppo per i diritti civili esorta i testimoni a farsi avanti dopo che una donna musulmana ha dichiarato di essere stata aggredita in uno Starbucks a Dallas, in Texas, per aver indossato un Hijab. Nur Ashour, questo è il nome della vittima, ha dichiarato di essere stata attaccata fisicamente e verbalmente al bar durante […]

Comunità Palestinese di Roma e del Lazio, sit-in davanti all’Ambasciata Usa

E’ previsto per il 25 giugno, dalle ore 18:00 alle 19:00, un sit-in davanti all’Ambasciata Usa a Roma, organizzato dalla Comunità Palestinese di Roma e del Lazio, per denunciare la convocazione della Conferenza nel Bahrein. Aderisce al sit-in l’ AssoPacePalestina.

Corte Costituzionale, Decreto Sicurezza: inammissibili i ricorsi presentati dalle regioni sugli stranieri

La Corte Costituzionale si è pronunciata sui ricorsi contro il Decreto Sicurezza che erano stati nei mesi scorsi presentati dalle regioni Calabria, Emilia Romagna, Marche, Toscana e Umbria lamentando la violazione diretta o indiretta delle loro competenze. La Consulta ha dichiarato inammissibili i ricorsi. La Corte ha ritenuto – si legge nel comunicato diffuso in attesa […]

Centro Culturale Turco: ” La Turchia ospita circa 4 milioni di persone che si rifugiano nel suo territorio”

In occasione della giornata mondiale del rifugiato il Roma Yunus Emre Enstitüsü – Centro Culturale Turco, ha riportato sulla sua pagina ufficiale un comunicato dove sottolineava che la Turchia ospita sul suo suolo nazionale circa 4 milioni di rifugiati. Il comunicato integrale: “Il nostro paese, che fino ad oggi ha aperto i proprio confini alle persone bisognose, […]