Home Attualità “Io la mano a quelli di colore la do per ultimo”
“Io la mano a quelli di colore la do per ultimo”

“Io la mano a quelli di colore la do per ultimo”

0

Erba, chiesa patronale, mattina del 25 dicembre, Messa di Natale. Francesco, 13 anni, figlio di una coppia italo-keniota di religione cattolica, è in chiesa per assistere alla funzione religiosa. Al momento dello scambio del segno della pace, voltandosi per darlo e riceverlo, si trova di fronte un uomo, che gli dice: “Io la mano a quelli di colore la do per ultimo“, tra la stupore di Francesco e della sua sorellina. Naturalmente la persona non ha più dato il segno della pace al ragazzino…

L’episodio è accaduto nel giorno di Natale, in cui tutti i cristiani dovrebbero essere più buoni e pieni d’amore, come afferma il Vangelo. Il fatto è accaduto in una chiesa, luogo per eccellenza di pace e amore per tutti i cristiani; per di più nel momento in cui ogni credente, come Gesù ha insegnato, deve perdonare il suo prossimo e stringergli la mano in “segno di pace” e amore. Un momento perfetto per essere davvero un buon cristiano. Ma forse così non è per certi cattolici “moderni”.

Il ragazzo, tornato a casa, ha raccontato l’accaduto alla zia Maria Luisa Testori, che ha pubblicato su facebook la notizia, se non altro per non restare sempre in silenzio davanti a simili iniquità.

Ecco il racconto della zia di Francesco fatto a DailyMuslim.it:

Moltissimi sono stati i commenti a favore di Francesco tra i quali, uno in particolare, che ci è piaciuto: “Francesco, vengo da te e se tutti quei bei capelli entrassero nel casco, ci facciamo un lungo giro in Vespa“.

Il parroco della chiesa, saputo dell’accaduto, ha voluto parlare con la famiglia e con Francesco, chiedendogli scusa a nome di tutta la comunità per quanto accadutogli. Un gesto simbolico e di esempio per molti che oggi confondono lo spirito e gli insegnamenti del Cristianesimo con ben altro.

Lascia un commento

ULTIMI ARTICOLI



Never Alone, percorsi finalizzati all’autonomia di minori stranieri non accompagnati

Sono 65 organizzazioni, compresi 12 enti locali, in 6 diverse regioni italiane (Piemonte, Lombardia, Toscana, Lazio, Campania e Sicilia) forniranno servizi mirati alla inclusione sociale e lavorativa di 500 minori stranieri non accompagnati e neo-maggiorenni entrati in Italia come MSNA. Sono le forze dispiegate per i nuovi 8 progetti avviati nell’ambito di Never Alone, l’iniziativa, lanciata nel 2015, che […]

Comitato Economico e Sociale Europeo: “I costi della non immigrazione e non integrazione”

Cambiare il discorso sulla migrazione e tornare ad un dibattito razionale basato sui fatti. I rifugiati e migranti andrebbero visti non come una minaccia ma come un’opportunità per il modello economico e sociale europeo. L’investimento nell’integrazione dei migranti costituisce la migliore assicurazione contro potenziali costi, tensioni e problemi in futuro. Sono questi, in sintesi, le […]

Il CoNNGI presenta il Manifesto delle Nuove Generazioni Italiane 2019

Il Coordinamento Nazionale Nuove Generazioni Italiane (CoNNGI), associazione di promozione sociale nata nel 2017 nell’ambito delle attività della Direzione Generale dell’immigrazione e delle politiche di integrazione (Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali) con l’obiettivo di rappresentare in maniera unitaria tutti i giovani con background migratorio, presenta la nuova versione del suo Manifesto. Il Manifesto […]

Garante infanzia, circoncisioni rituali: “Siano più accessibili negli ospedali”

Da un lato sensibilizzare e informare i genitori e le comunità migranti, dall’altro assicurare le circoncisioni rituali in maniera uniforme e a prezzi accessibili nell’ambito del Servizio Sanitario Nazionale. Sono i due fronti sui quali il Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza chiede al ministro della Salute di intervenire, anche per evitare nuove tragedie.  “La circoncisione rituale, pur priva di […]

Foad Aodi, Sri Lanka: “No alla guerra fra religioni”

Le Comunità del mondo arabo in Italia (Co-mai) e la Confederazione Internazionale laica interreligiosa (Cili-italia), attraverso le parole di Foad Aodi, fondatore delle Co-mai e dell’associazione medici di origine straniera in Italia (Amsi), condannano senza ambiguità e con forza gli attentati disumani, razzisti e anti festività religiose contro i cristiani in Sri Lanka causando quasi 300 […]

Migranti: nel 2018 inviati 6,2 miliardi di Euro nei Paesi d’origine

Dopo anni di calo, le rimesse fanno registrare una notevole impennata. Nel 2018 i migranti hanno infatti inviato dall’Italia ai propri Paesi d’origine 6,2 miliardi di euro, lo 0,35% del PIL e oltre il 20% in più rispetto al 2017. Il record di quasi 8 miliardi raggiunto nel 2011 è ancora ineguagliato, ma stupiscono le performance di alcune comunità asiatiche, […]

Stragi in Sri Lanka, il cordoglio di Lafram (UCOII)

“Atto vile e disumano in un giorno sacro per i fratelli cristiani” così Yassine Lafram, presidente dell’UCOII, ha definito sulla sua bacheca facebook gli attentati terroristici di ieri in Sri Lanka, esprimendo solidarietà ai familiari delle quasi 300 vittime ed a quelli degli oltre 500 feriti nelle esplosioni che hanno interessato chiese e hotel del […]